Perchè il Kosovo

DiDirezione

Perchè il Kosovo

Vicinanza con l’Italia

La vicinanza geografica con l’Italia rende il Kosovo un potenziale mercato di rilievo per le imprese nazionali. Di recente costruzione sono l’autostrada che collega Morina, al confine sud-occidentale con l’Albania, a Trude, a nord di Pristina, e la superstrada che unisce il Kosovo a Tirana e al porto di Durazzo, consentendo di abbattere i tempi ed i costi di trasporto, aumentando il volume d’affari. Essendo l’Italia il primo partner commerciale dell’Albania, gli imprenditori italiani potrebbero sfruttare tale canale per conquistare nuove fette di mercato kosovaro.

Utilizzo dell’euro come valuta locale

Il Kosovo ha adottato unilateralmente l’euro a partire dal 2002, eliminando così i costi diconversione tra le valute e mantenendo bassi i tassi d’inflazione e di interesse.

Legislazione e normativa fiscale favorevoli agli investimenti

Il 24/01/2014 è stata approvata la Legge n. 04/L-220 sugli investimenti esteri, la quale assicura una serie di diritti legali agli investitori e semplifica le procedure di costituzione societaria. La normativa fiscale attuale prevede: – IVA 16%; – imposta sul reddito delle società 10%; – imposta sul reddito delle persone fisiche (a scaglioni) max.10%; – nessuna tassazione sui dividendi. Il 1/09/2015 è entrata in vigore una nuova normativa fiscale che prevede un’aliquota IVA standard di 18% e una ridotta di 8%.

Crescita sostenuta e manodopera a costi contenuti

Con un tasso stimato di crescita del PIL intorno al 3,5% per il 2017 e una bassa inflazione, l’economia kosovara conferma una buona tenuta dei fondamentali economici. Il costo della manodopera è contenuto e il valore degli stipendi medi si aggira attorno ai 374 euro (2016). Infine, la sua popolazione è la più giovane d’Europa (circa il 70% ha meno di 35 anni). Nei settori di punta per la produzione italiana (agroalimentare, tessile, meccanica) si presentano buone opportunità di investimento per le imprese, oltre che di conquista di quote di mercato locale.

Vicinanza ai mercati UE

Il Kosovo può contare sulla vicinanza ai mercati dell’Unione Europea e dell’area balcanica e danubiana. In base al regime UE ATP (Autonomous Trade Preference) gode del libero accesso al mercato europeo e le restrizioni permangono solo per un numero molto limitato di prodotti. Dal luglio 2007 il Paese è parte dell’Accordo di libero scambio regionale CEFTA, che prevede una tassa d’importazione dai mercati limitrofi pari a 0. Nel luglio 2017 il Kosovo ha inoltre firmato il Transport Community Treaty, volto a sostenere la cooperazione tra i Paesi della regione balcanica in materia di trasporti.

 

Info sull'autore

Direzione administrator

Translate »